Avanzamento del progetto

Il Palaeventi sarà grandissimo, con una copertura che riproduce le onde del mare e che, apertamente, si ispira alle origini marinaresche della città. Conterrà posti per cinquemila e seicento tifosi e la struttura sarà modulabile in modo da aumentare i posti a sedere per i grossi eventi, fino a ricavare settemila posti. L’atteso Palaeventi, dunque, non dovrebbe tradire le aspettative. Sarà enorme, spazioso. Avrà un angolo ristorazione, con caffetterie e con una disposizione suggestiva. Così come suggestivo sarà il grandissimo finestrone renderà ampiamente visibile dall’alto il terreno di gioco, direttamente da quegli ambienti. Siamo nel campo dell’ipotesi progettuale, ma l’esistenza di disegni, proiezioni e bozzetti 3d lascia intendere che il lavoro dei tecnici comunali sia stato abbastanza dettagliato. Lo hanno scoperto ieri mattina i componenti delle Commissioni Urbanistica, Lavori Pubblici e Sport. I consiglieri sono stati edotti sull’avanzamento di un progetto che, nonostante le apparenze, non è mai caduto nel dimenticatoio.
Anzi. Assieme alla Cittadella dello Sport rappresenta uno dei cardini dell’azione amministrativa dei prossimi anni. Gli ingegneri Francesco Di Leverano e Gaetano Padula hanno mostrato i grandi fogli su cui sono stati sviluppati piante e proiezioni di quello che mira a diventare uno dei più grandi complessi sportivi del Meridione.

Leggi l’articolo completo sull’edizione di Senzacolonne oggi in edicola

Foto del progetto e testo dell’articolo per gentile concessione di www.senzacolonne.it e Senzacolonne-Quotidiano del Grande Salento

26 03 2011 - 13:30