#AskAgent0: le risposte di Banks

Quanti messaggi per Adrian!! In realtà non solo per lui, anche il piccolo Adrien ha ricevuto le sue domande. Sempre uniti ed affiatati, padre e figlio hanno condiviso anche questo momento.

Ecco le risposte dei Banks:

@Adriano Pilagatti Ciao Adrian, hai intenzione di rimanere a Brindisi l’anno prossimo?

@Gabriele Scarano Grande Adrian, vuoi rimanere a Brindisi?

@Simone Silvestro solo un appello per te: RESTA A BRINDISI! :)

@Giuseppe Cardellicchio #AskAgent0 che programmi hai per l’anno prossimo? Pensi di rimanere a Brindisi?

@Luca De Mola: Ti piacerebbe rimanere a Brindisi i prossimi anni? Com’è il rapporto che hai con i tifosi brindisini?

E’ ancora presto per rispondere a questa domanda, ovviamente mi piacerebbe. Ho un ottimo rapporto con i tifosi, ci supportano sempre nei momenti positivi e anche quando le cose non vanno del tutto bene.

@Massimo Cappelli: Ciao Adrian, prima di tutto grazie per aver scelto Brindisi, vederti in campo con la maglia della mia città è una gioia immensa!
Qual è stato il fattore determinante che ti ha fatto decidere di venire a giocare a Brindisi? Quale potrebbe essere il fattore determinante che ti possa far decidere di rimanere?
Seguivo l’Enel Basket Brindisi, negli ultimi cinque anni la squadra è sempre migliorata, un gradino alla volta, apprezzavo questo, quindi ho voluto far parte di questa realtà. Non so quale potrebbe essere il fattore determinante per restare qui, forse il partecipare ad una coppa europea.

@Davide Carlucci: Ciao Adrian: Ti ammiro molto come professionista dentro e fuori dal campo; mi ha fatto un piacere enorme quando, a inizio stagione ho appreso che saresti venuto a giocare a Brindisi, ti ringrazio infinitamente; Mi togli una curiosità? Era il 6 Aprile 2015 quando, con un twitt, ti chiesi di venire a giocare per l’Enel e tu rispondesti ‘tutto è possibile’…e oggi sei qui; Ma se ti chiedessi ‘rimani un altro anno’ lo farai ???
Ahahah, ti rispondo come allora: Tutto è possibile!!!

@Ernesto Luisi: Ciao Agent 0 Su tutti i social hai un enorme seguito. …vorrei sapere se hai mai pensato di fermarti in una squadra per più di un anno e diventarne una icona …magari a Brindisi anche per il piccolo Banks
Beh, sto diventando grande, quindi inizio a pensare di fermarmi più di anno nella stessa società per poter diventare un’icona della squadra e penso anche ad Adrien che ha iniziato la scuola, quindi sarebbe positivo anche per lui non cambiare città molto spesso.

@Davide Barrecchia: Ciao Adrian complimenti per il tuo talento e attaccamento alla maglia, vorrei sapere se vorresti rimanere qui a Brindisi nei prossimi anni e se Adrien è per te un portafortuna, visto che lo vediamo sempre con te prime delle partite. Complimenti hai un bellissimo bambino! #AskAgent0
Grazie per i complimenti, diciamo che Adrien è la mia medicina, perché essendo bambino non comprende la gravità di alcune situazioni, ad esempio gli infortuni, quando sto male sul serio con la sua spensieratezza mi fa stare subito meglio

@Andrea Pezzuto: È Adrien il segreto della tua migliore stagione in Italia? Perché pur avendoti sempre ammirato non ti avevo mai visto così determinato e decisivo!
Può essere che sia merito di Adrien, ahahahah. Però sono più determinato e deciso perché sono molto più a mio agio considerato che sono in Italia da quattro anni.

@Edoardo Iormetti #AskAgent0: Ciao Adrian, una volta, durante l’allenamento prepartita, ho visto te e Adrien fare mosse di wrestling e consecutivo schienamento di Adrien. Posso chiederti se segui attivamente la WWE o eventualmente chi è o chi è stato il tuo wrestler preferito?
Quando ero piccolo seguivo molto il wrestling, ero un grande tifoso di The Rock e di Ric Flair e ora di tanto in tanto lo vedo con mio figlio.

@Gloria Falces: Ciao Adrian sono la Mamma di un “piccolo” cestista (piccolo nel senso di statura confrontandolo con suoi compagni) … Diglielo pure tu… I “piccoli” fanno la differenza, vero???!!!!!??? Chapeau
Eheheh, le dimensioni non contano, il cuore, la passione e l’impegno sono le cose importanti!

@Paul Andrei Hosu: Ciao Adrian…volevo chiederti quanto fatica hai fatto per arrivare ad essere quello che sei ora?
Da quando avevo cinque anni ho trascorso il mio tempo libero allenandomi duramente, ho preso lo sport sempre molto sul serio, volevo essere il migliore!

@Paul Andrei Hosu: Come fai a capire che i tuoi compagni di squadra hanno bisogno di te durate la partita? Continua così sei un grande!! Buona fortuna per il futuro!

@Enzo Shaq Pasculli #AskAgent0: Sei il mio giocatore preferito, come è a prendersi in mano la squadra e fare tanti punti, essere d’aiuto alla squadra. ECCO

Praticando il basket da tantissimo tempo, sento una specie di vibrazione durante la partita, poi l’esperienza ed il coach aiutano in questo.

@Francesco Ostuni: Adrian secondi te a che posizione arriverete alla fine del campionato? E riuscirete a vincere i play offerte?

@Andrea Vasile: Prima di tutto grande Adrian spero tu continui così fino alla fine della stagione. In che posizione potreste arrivare a fine campionato visto l’ultima sconfitta a sorpresa? #askagent0
La speranza è di arrivare più in alto possibile della classifica, essendo realistici se riusciamo a vincere un filotto di partite, direi dal quinto all’ottavo posto.

@Giuseppe Cohen: #askAgent0 Adrian, da veterano del campionato italiano, qual è l’aspetto di esso che ti piace di più e quale di meno, rispetto al basket americano?
Del basket italiano ed europeo in generale, mi piace il senso di famiglia che si crea con i tifosi. In America non è detto che il giocatore migliore ottenga il ruolo che gli spetta visto che spesso ci sono delle “manovre manageriali”. Certo però che giocare in NBA ti dà una visibilità mondiale.

@Giovanni Ciraci: Cosa ne pensi dell’ambiente brindisino? Pensi che questo sia l anno della tua vera consacrazione? Cosa è cambiato rispetto alle scorse stagioni in Italia? RESTA A BRINDISI!
Mi piace molto Brindisi, mi piace il clima, mi piace molto il mare, anche a mia moglie, ci rilassa.
Non so se questo è l’anno della consacrazione, di certo le mie prestazioni sono migliorate notevolmente, credo di aver quasi raggiunto il top delle mie possibilità.

@Michelle Mottolese #Askagent0: Quando giochi ti vedo sempre divertito e sereno, è per questo che fai sempre ottime prestazioni? Sei il migliore
Le mie prestazioni sono dovute al mio carattere, sicuramente un carattere positivo ma il duro lavoro è necessario per arrivare in campo sereni.

@Emanuele Caprioli #askagent0: Ciao Adrian volevo chiederti se secondo te quest’anno BRINDISI riuscirà ad entrare nei playoff? Continua così MVP
Sì! Non mi interessa essere l’mvp l’importante è arrivare ai playoff.

@Roberto Iunco: Ciao Adrian pensi che il brindisi grazie alla tua forza e alla volontà possa lottare per lo scudetto?
Credo che la passione possa portare grandi risultati.

@Gabriele De Pandis: Quanto ti hanno aiutato, per la tua crescita, le esperienze in Belgio e Israele prima dell’arrivo in Italia?
L’esperienze in Belgio e in Israele mi hanno aiutato nella crescita come uomo considerato che erano i primi anni fuori casa, a quei tempi non essendoci tutti i social network si avvertiva di più la malinconia della lontananza da casa, quando sono arrivato in Italia ero più maturo come uomo e mi sono concentrato completamente sul campo.

@Sergio De Mitri Che rapporto ha il piccolo Adrien con il resto della squadra? Con chi in particolare oltre, ovviamente, a te?
Il rapporto di Adrien con il resto della squadra è meraviglioso, sono tutti fratelli maggiori per lui, in particolare con David Cournooh ha un ottimo rapporto, a volte non riconosco chi è il bambino dei due e devo intervenire con un “David smettila” Ahahahah

@Martina Marsella: Pensate di far nascere il/la piccolo/a Banks a Brindisi?
Resta con noi!!
Penso che lo/la faremo nascere in America perché le nostre famiglie sono lì, vorremmo avere tutti loro vicini.

@Luigi Rubino: Che prodotto utilizzi per i capelli Adrian?
Ahahah, solo acqua.

@Marika Marzo #askagent0: pensi che tuo figlio voglia fare la tua stessa carriera da grande?
Sei un grande!!
Chiediamolo a lui. Adrien: “Certo che sì!”

@Mattia Vadacca Come sta proseguendo la tua carriera cestistica in Italia?
Eheheh, sta ancora andando, quindi è ok.

@Francesco Cappelletti #askagent0: secondo te con quali squadre ci giocheremo l’accesso ai playoff?
Quattro o cinque squadre che lottano con noi, ma preferisco non dire quali.

@Antonello Gioia: Come mai hai scelto l’insolito numero 0?
Ho scelto il numero zero per due motivi: il primo perchè rappresenta ‘L’inizio’ è il numero dal quale si parte, il secondo motivo è che considero una specie di rivincita partire dal basso.

Ringraziamo Adrian ed Adrien per la loro disponibilità! Alla prossima con un nuovo #Ask!

3 03 2016 - 13:00