Venezia espugna il PalaPentassuglia al termine di un tempo supplementare

Amaro epilogo nell’ultimo turno del girone di andata per l’Enel Basket Brindisi, sconfitta tra le mura amiche dopo un tempo supplementare dalla Reyer Venezia con il punteggio di 106-108.
Partita avvincente e molto equilibrato, decisa dopo 45 minuti di puro e vero agonismo. Il canestro di Carter (20 pt per lui e 7 rimbalzi) da 3 punti a 10 secondi dalla fine manda le due squadre all’overtime, dove prevale la maggiore lucidità degli orogranata trascinati dai 28 punti di Haynes. Nell’ultimo quarto di gioco l’Enel riesce ad allungare sul +13 ma gli ospiti nel momento di difficoltà tirano fuori unghie e artigli piazzando un break di 18-3 in 4 minuti. Non basta all’Enel la prova di Amath M’Baye, top scorer con 33 punti e 6 rimbalzi per una valutazione di Lega pari a 32. Pesano i 13 tiri liberi sbagliati dall’Enel in virtù del 22/35 finale dalla carità. Ora le speranze di qualificazione alla Final Eight dipendono dai risultati delle altre partite di Lega A.

IL TABELLINO

*-Enel Brindisi-Reyer Venezia: *

Parziali: (19-15; 28-30; 24-18; 19-27-16-18)

Enel: Agbelese 6, Scott 14, Carter 20, Goss 17, Mesicek 5, Cardillo , Moore 8, M’Baye 33, Spanghero 3.
Reyer: Hagins 16, Haynes 28, Ejim 17, Viggiano 10, Visconti 3, Bramos 11, Ress 3, Mcgee 14, Ortner, 6.

TIRI DA 2 PUNTIENEL: 24/42; REYER: 20/39.
TIRI DA 3 PUNTIENEL: 12/26; REYER: 16/35.
TIRI LIBERIENEL: 22/35; REYER: 20/22.
RIMBALZIENEL: 36 (15 OFF); REYER: 42 (18 OFF).
ASSISTENEL: 16; REYER: 13.
PALLE PERSEENEL: 20; REYER: 19.

Arbitri: Manuel MAZZONI, Lorenzo BALDINI, Denny BORGIONI.

SALA STAMPA

COACH WALTER DE RAFFAELE

“Partita molto bella e imprevedibile sino alla fine: vinta e persa da entrambe le squadre più volte nell’arco degli ultimi minuti. La mia squadra ha meritato la vittoria per l’approccio avuto alla gara e per come ha giocato per tutti i 45 minuti: dovevamo rinunciare a tanti giocatori eppure chi è sceso in campo si è sacrificato ed ha fatto gruppo. Sono soddisfatto del nostro girone d’andata che ci permette di essere secondi, confermando l’ottima stagione svolta sinora in campo nazionale ed europeo”.

COACH MEO SACCHETTI

“C’è amarezza, ovviamente, per non essere riusciti a vincere. Quanti liberi abbiamo sbagliato e quante palle regalate! In generale la partita è stata caratterizzata da un grande agonismo e senz’altro bella da vedere. Ci è mancato davvero poco per farla nostra ma la pallacanestro è fatta di episodi. Nelle fasi decisive loro sono scappati per due volte nel punteggio ma noi siamo stati bravi a riprenderli; però, ma, alla fine ci è mancato qualcosa in più per farla nostra”.

7 01 2017 - 23:22