Memorial Pentassuglia: dalla città alla squadra, Brindisi in primo piano!

Nel weekend dell’8 e 9 settembre a Brindisi è andata in scena la settima edizione del memorial dedicato a Elio Pentassuglia, storico personaggio indimenticato della pallacanestro brindisina e nazionale. Big Elio ha lasciato un segno indelebile nella storia del basket biancoazzurro (e non solo), merito della straordinaria personalità che lo ha consacrato a grande uomo di sport, riconosciuto tale ovunque egli abbia lasciato un’impronta nel corso della sua carriera e vita.

STORIA DEL MEMORIAL – “Una calda sera d’estate di 7 anni fa, decidemmo di coniugare storia e sport in un evento allora unico, che mai nessuno aveva organizzato: il primo Memorial Pentassuglia. E’ una delle migliori scelte fatte nella mia presidenza, che porto dentro me con grande orgoglio” – parole del presidente della New Basket Brindisi Nando Marino. Edizione dopo edizione il memorial si è arricchito della presenza di grandi personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo che hanno voluto ricordare affettuosamente Big Elio. Da Mino Taveri, giornalista brindisino affermato, alle squadre partecipanti dal valore nazionale e internazionale: Milano, Sassari, Caserta, Avellino, Pesaro, Montegranaro, Siena, Reggio Calabria e gli israeliani del Bnei Herzylia. Una vera e propria rassegna di pallacanestro ad altissimo livello, un evento unico per la città di Brindisi!

PARTECIPAZIONE – Particolare menzione merita la conferenza stampa di presentazione avvenuta due giorni prima dell’inizio della manifestazione. Il presidente Nando Marino, affiancato dal coach e dal vicepresidente Marinò, hanno presentato la settima edizione ai media invitati in sala stampa. Al tavolo si sono aggiunti Sua Eccellenza il Prefetto di Brindisi Valerio Valenti e il Commissario Prefettizio Santi Giuffrè. Una dimostrazione di vicinanza e di unità d’intenti fondamentale per proseguire, rafforzare e difendere a tutti i costi la straordinaria partecipazione di Brindisi ai vertici della pallacanestro italiana. Mai prima di allora i massimi rappresentanti del comune di Brindisi avevano sostenuto in prima linea un evento di tale portata per il basket brindisino. Il Memorial Pentassuglia ha infatti avuto il patrocinio del comune di Brindisi e della FIP Puglia con la collaborazione dei partner Hotel Orientale, Oktagona e Pizzeria Romanelli. Official partner è stato Unipol Sai che, oltre a varie iniziative collaterali, ha premiato come MVP ‘Unipol Sai’ a fine torneo l’atleta biancoazzurro Milenko Tepic.

SETTIMA EDIZIONE – Lo scorso weekend la nuova squadra guidata da coach Dell’Agnello si è presentata dinanzi ai propri tifosi. Un team giovane, affamato e con tanta voglia di lavorare e stupire: i segnali sono stati del tutto positivi, visto anche il ruolino di marcia finora indenne grazie al 5/5 inanellato in preseason. Ad aprire le danze è stata la Mens Sana Siena 1871, storica società ora in A2 dalle ottime potenzialità per tentare il ritorno in Lega A, che ha piazzato subito il colpo a sorpresa battendo i più quotati rivali della Scandone Avellino. Appuntamento serale per la New Basket Brindisi con la Viola Reggio Calabria, che ha venduto cara la pelle fino all’ultimo secondo disponibile. La formazione guidata dal navigato coach Calvani, nonostante le due sconfitte (persa anche la finalina 3°/4° posto), può trarre indicazioni interessanti per la tenuta mentale con cui ha retto il palcoscenico. Ci è voluta infatti la migliore concentrazione e determinazione dei biancoazzurri per avere la meglio e approdare in finale, dove ha nettamente sconfitto la compagine senese. La velocità e scaltrezza irresistibile di Barber, l’esperienza e classe di Tepic e Randle, l’atletismo e l’energia della coppia lunghi Oleka-Lalanne, la leadership di Giuri e Cardillo, l’imprevedibilità di Mesicek e la lucidità di Suggs: la New Basket Brindisi c’è e si fa sentire!

TEAM PRESENTATION – La prima serata, in una cornice di circa 1500 presenze al PalaPentassuglia, è stata l’occasione per svelare il volto dei nuovi arrivati e di tutto lo staff tecnico e dirigenziale. Dalla voce del presentatore d’eccezione Mino Taveri sono stati chiamati uno ad uno tutti i componenti della società. Il GM Giuliani e il neo coach Sandro Dell’Agnello, e successivamente il presidente Marino e il vicepresidente Marinò, hanno introdotto i temi della stagione ringraziando i presenti e gli abbonati che ancora una volta non faranno mancare il proprio indispensabile supporto. La scenografia di presentazione dei giocatori è stata decisamente suggestiva, con un bandierone ‘New Basket Brindisi’ al centro del campo sostenuto in primis dai ragazzini del settore giovanile NBB junior, cui si avvicendavano man mano gli atleti chiamati dal conduttore. Uno spettacolo semplice ma molto rappresentativo che ha riscosso grandi applausi e consensi tra tutti i presenti!

CURIOSITA’ E STATISTICHE – Sei vittorie su sette edizioni per la New Basket Brindisi. L’unica sconfitta risale alla passata stagione, quando la Juve Caserta vinse 86-90 sulla squadra di coach Meo Sacchetti. Protagonisti di quel blitz? Marco Giuri e il coach della Pasta Reggia Sandro Dell’Agnello (superfluo specificare ora dove i due siano di casa). E’ proprio il play brindisino con 16 punti realizzati a incidere il proprio nome nell’albo dei ‘top scorer’ biancoazzurri nel corso delle varie finali disputate, succedendo a: Simoncelli (19 pt nel 2011 in Brindisi-Montegranaro 73-70); Gibson (26 pt nel 2012 in Brindisi-Caserta 97-53); Lewis (31 pt nel 2013 in Brindisi-Sassari 78-70); Denmon (20 pt nel 2014 in Brindisi-Sassari 78-70); Banks (17 pt nel 2015 in Brindisi-Pesaro 80-64); Scott (21 pt nel 2016 in Brindisi-Caserta 86-90).

12 09 2017 - 17:51