Cantù-Brindisi: statistiche e curiosità. Match numero 250 in serie A1 per i biancoazzurri

Per gentile concessione di Roberto Guadalupi pubblichiamo le statistiche e curiosità relative alle sfide tra la Pallacanestro Cantù e la New Basket Brindisi che si sfideranno questa sera al PalaDesio per l’ultima giornata di regular season 2017/18.

Una partita che, prima ancora che gli arbitri alzino il pallone iniziale, entra direttamente nella storia del basket locale dal momento che è l’incontro numero 250 in serie A/1 (nel “massimo campionato presente in Italia”, per intendersi: quello che assegna lo scudetto). Si contano, oltre alle gare disputate nel corso della stagione regolare, anche le 6 nella fase ad orologio che caratterizzava la stagione 1981/1982 e gli incontri di play-off contro Sassari e Reggio Emilia.
Una striscia che, al momento, conta 99 vittorie (71 in casa e 28 in trasferta) e 150 sconfitte (53 + 97); con 19333 punti realizzati e 20031 subiti.

Una ricorrenza che si lega in modo strano con il centro brianzolo dove i brindisini giocheranno domani sera. Basta ricordare le tappe precedenti:

- 1: 27 settembre 1981: Cantù – Brindisi 101 – 72
Cantù: Kupec 20, Flowers 24, Bariviera 23, Marzorati 13, Riva, Masolo 4, Bargna 1, Cappellettì 6, Cattini 5, Innocentin 5. Coach: Bianchini.
Brindisi: Sarra 8, Campanaro 4, Cavaliere, Spinosa 2, Malagoli 12, Howard 22, Pondexter 11, Goti 13, Vitali, Zarcone. Coach: D’Amico.
Arbitri: Bianchi Roma, Rosi Roma.

- 50: 6 febbraio 2011: Cremona – Brindisi 78 – 66
Cremona: Rowland 10, Zampolli, Conti, Sekulic 7, Formenti, D’Ercole 2, Perkovic 15, Milic 16, Foster 13, Zacchetti, Drozdov 15, Antonelli. Coach: Mahoric.
Brindisi: Maresca 5, Infante 5, Monroe 5, Gallea, Dixon 8, Diawara 18, Giovacchini, Roberson 22, Pugi, Touré 3. Coach: Bechi.
Arbitri: Cerebuch Guerrino di Trieste, Seghetti Dino di Livorno, Aronne Emanuele di Viterbo.

- 100: 1 dicembre 2013: Brindisi – Cantù 75 – 74
Brindisi: Aminu 12, James 13, Todic 2, Bulleri 6, Morciano, Formenti, Dyson 15, Lewis 16, Zerini, Snaer 7, Leggio, Campbell 4. Coach: Bucchi.
Cantù: Abass, Jones M., Uter 4, Rullo, Leunen 8, Jenkins 8, Ragland 15, Aradori 28, Cusin 6, Gentile S. 5. Coach: Sacripanti.
Arbitri: Lamonica Luigi di Roseto degli Abruzzi (Te), Bettini Gabriele di Bologna, Caiazza Evangelista di Arzano (Na).

- 150: 4 aprile 2015: Brindisi – Pistoia 89 – 77
_Brindisi: Harper D., James D. 12, Bulleri 3, Cournooh, Denmon 27, Zerini 6, Turner 5, Mays 18, Pullen 16, Eric 2, Giarletti, Pacifico. Coach: Bucchi.
Pistoia: Brown, Williams C. 19, Milbourne 14, Filloy 8, Magro 7, Hall 6, Moretti 1, Bianchi, Amoroso 13, Easley 9. Coach: Moretti.
Arbitri: Chiari Roberto di Ponzano Veneto (TV), Biggi Maurizio di Cassina de’ Pecchi (MI), Paglialunga Fabrizio di Massafra (Ta).

- 200: 4 dicembre 2016: Brindisi – Sassari 76 – 61
Brindisi: Agbelese 4, Scott 13, Carter R.L. 17, Cardillo 2, Moore N. 8, Donzelli D. 1, M’Baye 14, Sgobba, Spanghero 6, Invidia, Goss 11, Pacifico. Coach: Sacchetti.
Sassari: Johnson-Odom 16, Lacey 9, Devecchi 2, D’Ercole, Sacchetti 2, Savanovic 5, Carter J., Stipcevic 7, Olaseni 6, Ebeling, Monaldi, Lawal 14. Coach: Pasquini.
Arbitri: Mazzoni Manuel di Grosseto, Bartoli Mark di Trieste, Calbucci Gianluca di Pomezia (Rm).

- 250: 9 maggio 2018: Cantù – Brindisi

Al momento sono 26 le squadre che hanno incrociato i brindisini, precisamente:
17 incontri: Olimpia Milano (4 vittorie, 13 sconfitte), Pesaro (8 v., 9 s.), Reggio Emilia (6 v., 11 s.), Sassari (8 v., 9 s.), Varese (8 v., 9 s.),
16: Cantù,
14: Avellino, Virtus Bologna, Cremona, Venezia,
12: Caserta,
10: Pistoia, Virtus Roma,
9: Torino,
8: Capo d’Orlando, Trento,
6: Montegranaro, Siena,
5: Treviso,
4: Biella, Brescia,
3: Forlì,
2: Fortitudo Bologna, Mestre, Rieti, Teramo.

In questo lungo lasso di tempo si sono alternati 7 coach sulla panchina brindisina. Il più gettonato è, ovviamente: Piero Bucchi con 128 gettoni (60 vittorie e 68 sconfitte). Lo seguono: Rudy D’Amico (32), Romeo Sacchetti (30), Frank Vitucci (20), Luca Bechi (19), Giovanni Perdichizzi (11), chiude la graduatoria Sandro Dell’Agnello con 10 sole presenze.

Per arbitrare questi 250 incontri sono stati designati ben 114 arbitri. Quello con più gettoni di presenza è il bolognese Saverio Lanzarini che, domenica nella gara con il Reggio Emilia, ha toccato le 26 presenze (con 9 vittorie e 17 sconfitte dei biancoazzurri) ed ha distanziato il cremasco Roberto Begnis (al momento fermo a quota 25).
Oltre le 20 presenze ci sono anche Evangelista Caiazza e Dino Seghetti (24), Gabriele Bettini (22), Carmelo Paternicò ed Alessandro Vicino (21).
Sembra doveroso ricordare lo sfortunato Gianluca Mattioli (deceduto nel corso della stagione).
Il rovescio della medaglia è rappresentato dai 31 arbitri (!) che hanno incrociato i brindisini in una sola occasione.

Tanti i giocatori che si sono alternati in queste 249 partite, ma il miglior realizzatore rimane ancora il “vecchio” Otis “Otello” Howard con gli 840 punti messi a segno nella stagione 1981/1982.
Completano le prime dieci posizioni: Scott: 761, James: 738, Malagoli: 676 (l’unico italiano in questa particolare graduatoria), Moore: 553, Dyson: 552, Gibson: 552, Banks: 551, M’Baye: 534, Reynolds: 498.

Per finire:
Il top della serie A: 12 ottobre 2014: NBB – Pesaro 92 – 56 (+36)
Il flop dello stesso periodo: 15 maggio 2011: NBB – Avellino 68 – 112 (-44).

Per gentile concessione di Roberto Guadalupi

9 05 2018 - 11:59