BROWN III John

Nazionalità
usa Stati Uniti
Posizione
ala-centro, centro
Height
203
Weight
98
Squadra corrente
Happy Casa Brindisi
Squadre passate
De’ Longhi Treviso, Virtus Roma

La carriera cestistica di John Brown III parte dalla Arlington Country Day School di Jacksonville dove viene nominato Player of the Year Florida 1A nel 2009-10 con una doppia doppia di media a 17.9 punti e 12.1 rimbalzi conditi da 2.3 stoppate a partita. Dopo aver completato la sua formazione High School alla Body of Christ Christian Academy a Raleigh e la Oldsmar Christian School, al termine del liceo sceglie la High Point University.

La sua carriera al college fa registrare una costante crescita a partire dal primo anno battezzato da 16.4 punti, 6.1 rimbalzi, 1.7 palle recuperate e 1.2 stoppate di media. Numeri che gli consentono di essere il secondo atleta di sempre della storia dei Phanters a vincere al primo anno il titolo di miglior Freshman della divisione Big South ed essere inserito nel primo quintetto di conference.

In tutte e quattro le stagioni universitarie viene inserito nella squadra ideale Big South e due volte, nel 2014 e nel 2016, è il Player of the Year della conference. Nel 2016 viene anche insignito del premio di miglior difensore dell’anno divenendo il primo giocatore a vincere entrambi i premi nella stessa stagione. Nello stesso anno mette a referto 19.6 punti e il 60% da 2, 7.1 rimbalzi, 2.2 assist, 1.8 stoppate e 1.7 palle recuperate.

Nell’estate del 2016 partecipa alla Summer League di Orlando con i Charlotte Hornets per poi firmare il primo contratto professionistico in Europa approdando alla Virtus Roma dell’allora General Manager Simone Giofrè, ora Direttore Sportivo Happy Casa. L’approccio con il basket italiano è subito estremamente positivo: 19.9 punti con il 69% da 2, 8.3 rimbalzi, 1.8 recuperi, 1.8 assist e 1 stoppata a gara in 35 minuti di media a partita e il premio di MVP di lega del mese di aprile.

Numeri e prestazioni confermate anche al secondo anno in Italia quando si trasferisce alla TVB Treviso, trascinando la sua squadra al terzo posto in regular season. Cavalcata interrotta in semifinale contro Trieste (neopromossa in Lega A).

LEGABASKET SERIE A