NewsPrima SquadraSupercoppa 2019: una partenza sprint e rimonta finale non basta. Venezia in finale

21 Settembre 20190

Happy Casa Brindisi getta il cuore oltre l’ostacolo ma non  basta per accedere alla finale della Supercoppa Italiana 2019. A vincere è la Reyer Venezia al termine di un incontro dai mille volti, prima dominato poi sofferto e in fine quasi rimontato del tutto dal -15 al -2. Domani la finale terzo e quarto posto contro la Vanoli Cremona, sconfitta dopo un supplementare da Sassari 94-101.

Coach Vitucci getta subito nella mischia il neo arrivato Bogdan Radosavljevic e il centro tedesco risponde presente. Thompson con una magia in contropiede firma il primo parziale di 2-9 dopo 3 minuti e mezzo. Lo starting five brindisino impressiona con Brown onnipresente in difesa sulle traiettorie di passaggio (3 recuperi per il 6-19 dei primi 10’). Il copione del match non cambia nel secondo parziale: Venezia fa una fatica enorme a trovare il canestro e Brindisi riapre con un 9-0 sulle ali dell’entusiasmo del duo Radosavljevic-Gaspardo (6-28 al 14’). La Reyer reagisce con un contro break di 6-0 sfruttando Watt sotto canestro, ma è sempre JB a dare spettacolo sul parquet di gioco (16-33 al 19’). Venezia rimane aggrappata sul -10 di fine primo tempo (23-33).

Filloy dalla lunga distanza e Watt piazzano subito il 5-0 iniziale per il 28-33. Umana entra con un altro piglio e mette la freccia sul 39-38 al 26’. L’inerzia del match si ribalta completamente e Venezia tocca il +12 con le triple di Chappell e Bramos (54-42). Daye (MVP con 26 punti) ricomincia a bombardare dalla distanza a inizio quarto e la Reyer ritocca il massimo vantaggio (59-44). Campogrande sblocca l’attacco biancoazzurro per il -10 al 33’. Banks (23 punti e 6/9 dal campo) non ci sta e piazza 5 punti di fila per il 63-54 a 5’ dalla fine. Happy Casa prova in tutte le maniere di rientrare in partita (72-67 al 38’). Banks rimette in scia Brindisi sul 72-70 ma Thompson perde una sanguinosa palla in contropiede. Nel concitato finale di gara la terna arbitrale cambia una rimessa da fondo campo inizialmente giudicata a favore di Brindisi e il conseguente fallo tecnico fischiato a Brown chiude definitivamente i giochi.

IL TABELLINO

Umana Reyer Venezia- Happy Casa Brindisi: 78-73 (6-19; 23-33; 54-44; 78-73)

Arbitri: Massimiliano Filippini – Gabriele Bettini – Vito Giovannetti.

UMANA: Stone 2, Bramos 8, Tonut 8, Daye 26, De Nicolao, Chappell 6, Vidmar 3, Cerella, Watt 17, Pellegrino ne, Casarin ne. All. De Raffaele.

HAPPY CASA: Banks 23, Brown 20, Martin 4, Radosavljevic 6, Zanelli 2, Iannuzzi 4, Gaspardo 5, Campogrande 3, Thompson 6, Ikangi , Cattapan ne, Guido ne. All.: Vitucci.

TIRI DA 2 PUNTI – UMANA: 15/30; HAPPY CASA: 21/37.

TIRI DA 3 PUNTI – UMANA: 11/23; HAPPY CASA: 6/18.

TIRI LIBERI – UMANA: 15/18; HAPPY CASA: 13/18.

RIMBALZI – UMANA: 30 (6 off); HAPPY CASA: 30 (8 off).

ASSIST – UMANA: 13; HAPPY CASA: 10.

PALLE PERSE – UMANA: 17; HAPPY CASA: 14.

 

Ufficio Stampa Happy Casa Brindisi

Leave a Reply

LEGABASKET SERIE A